Articoli di approfondimento tai chi, ba gua e qi gong

Leggi il nostro blog ti sveliamo alcuni trucchi fondamentali per praticarele arti interne: tai chi, ba gua e qi gong.

  • Diamo i numeri!
    Al pari delle lettere, anche i numeri – nella loro veste grafica – hanno una storia lunga ed affascinante; come è facile immaginare, il primo modo di rappresentare per iscritto un numero è stato quello di tracciare tante linee quanta la quantità da registrare, come ancora avviene per i primi tre numeri in Cina, Giappone e l'Oriente.
  • Il Drago e la Tigre, Elasticità e Forza nel Pa Kua Chang
    Non è possibile racchiudere in un solo articolo l'immensa mole di riferimenti che da millenni legano questi animali ai tanti aspetti della cultura orientale, quindi in queste righe faremo riferimento principalmente a quanto più direttamente legato alla pratica delle discipline interne comprese nel curriculum tecnico del Vecchio stile Fu.
  • La figura della Tigre nella pratica delle discipline interne
    La Tigre è uno degli animali più utilizzati nella simbologia orientale, non solo nel campo delle discipline marziali, ma anche in moltissimi altri ambiti sociali e culturali.
  • Bagua, gli otto trigrammi alla base della filosofia orientale
    Chiunque abbia avuto anche superficialmente a che fare con l’Oriente, avrà incontrato una serie di segni costituiti da tre linee, intere o spezzate, incolonnate tra loro.
  • La Tigre abbraccia il cucciolo e ritorna alla montagna, potenza e agilità del Tai Chi Chuan
    Continuiamo ad analizzare le 37 forme che costituiscono la base del curriculum tecnico del Tai Chi Chuan del Vecchio stile Fu.
  • Il volo infinito o nell’infinito
    Gli ideogrammi del capitolo iniziale associato allo Zhuangzi si stagliano nella pagina bianca rilucendo come diamanti da ammirare e cogliere nelle loro molteplici sfaccettature.
  • La storia ed i benefici del Shi Pa Luohan Qi Gong
    Cominciamo, come abbiamo fatto in altre occasioni, con analizzare il nome della serie: Shi Pa Luohan Shou è scritto con gli ideogrammi 十八 羅漢 手 che possiamo letteralmente tradurre come “dieci”, “otto”, “Luohan /Arhat”, “mano”, ovvero “Le 18 mani dei Luohan”
  • Neiye od - Ordinare il Cuore
    Il presente articolo è stato scritto da Fabio Manfè, insegnante di II° livello di Tai Chi Chuan Old Fu Style, ed originariamente pubblicato sul gruppo Facebook della Wudang Fu Style Academy
  • Che cosa è il Tai Chi Chuan?
    Il titolo di questo articolo è una domanda impegnativa nella sua semplicità. Chissà quante volte la abbiamo sentita mentre cercavamo di illustrare le nostre discipline a qualche persona interessata.
  • Ago in fondo al mare, tra mitologia e benessere
    Negli articoli che abbiamo pubblicato nelle scorse settimane, abbiamo più volte evidenziato come la traduzione letterale degli ideogrammi del nome delle forme differisse più o meno notevolmente dal nome con cui queste sono conosciute in Occidente.
  • Muoviti con tranquillità
    Abbiamo molto semplificato questo principio di pratica, ma per comprenderlo appieno affidiamoci alla analisi degli ideogrammi, che ci suggeriscono una interessante interpretazione.
  • La storia di Sun Wukong, il Re Scimmia
    Che si tratti dei proverbiali Tre Vermi incontrati nella pratica del Qi Gong, della forma di Tai Chi Chuan Respingere la Scimmia oppure di quella di Pa Kua Zhang La Scimmia ruba la pesca dell'immortalità, ad essere protagonista è il simpatico animale, protagonista di molte storie e leggende.
  • Il nome delle tecniche, tra descrizione e simbologia
    Nei nostri precedenti articoli dedicati alla analisi delle 37 forme che costituiscono la base della pratica del Tai Chi Chuan abbiamo già evidenziato l'importanza del nome con cui sono individuate le varie forme, notando che spesso esistono notevoli differenze tra il significato letterale degli ideogrammi del nome della forma e la loro traduzione in termini occidentali, stante anche la difficoltà a racchiudere in una sola parola i numerosi significati che un ideogramma può avere.
  • Il rapporto tra Maestro e allievi ai tempi del CoronaVirus
    In molti sono convinti che in termine cinese “wēijī” 危機 che traduce la parola “crisi” sia composto da due caratteri significhino uno “pericolo” e l’altro “opportunità”.
  • Aprire le nove porte, una pratica di Qi Gong semplice ma potente
    Una delle pratiche fondamentali della nostra Scuola, che unisce trasversalmente le discipline del Tai Chi Chuan, del Ba Gua Chan e del Qi Gong, è senz'altro quella detta "Aprire le nove porte", conosciuta anche come "Nove Ruote di Potere", che si collega alla pratica del Siu Kao Tin (Nove Piccoli Cieli), detta anche Forma Padre e compresa nella pratica del San Fung Tai Ki Kung .
  • La ragazza di giada tesse la tela e lancia la spola, l'armonia e la marzialità del Tai Chi Chuan
    Come abbiamo già constatato nei precedenti articoli dedicati alla analisi delle 37 forme che costituiscono la base della pratica del Tai Chi Chuan, la maggior parte di loro condivide due caratteristiche, ovvero comprendere movimenti e tecniche che possono essere usati tanto per una azione difensiva che offensiva ed essere individuate con più di un nome, quasi sempre con almeno uno che descrive l'esecuzione pratica della forma ed un altro più immaginifico.
  • I tre stadi della pratica delle discipline interne
    Anche chi non è particolarmente esperto nel campo della cultura orientale ha sentito parlare almeno una volta dello Yin e dello Yang e della visione dualistica che vede questi due aspetti complementari esprimersi in ogni fenomeno della natura.
  • Discipline orientali, tra attualità e tradizione
    Andiamo alla scoperta di un mondo affascinante, quello delle Arti marziali orientali, che con la loro storia millenaria riscuotono sempre più successo ed interesse anche in Occidente.
  • Gli "Otto pezzi di broccato" del Tai Chi Chuan, per rinforzare il sistema immunitario e combattere le malattie
    In questi giorni, la Cina è purtroppo salita agli onori della cronaca per l'epidemia di Coronavirus che ha contagiato migliaia di persone, causando già centinaia di vittime.
  • Muoviti senza interruzione
    Le Scuole “esterne” utilizzano una energia (Jin, jing, Chin) grossolana, detta del “Cielo Posteriore”, che è l’insieme delle energie post-natali, quelle energie che costantemente rinnovate ed arricchite tramite la respirazione e la nutrizione hanno il compito di sostenere l’essere vivente fino alla morte.
  • Gru bianca spiega le ali, l'eleganza e la forza del Tai Chi Chuan
    Proseguendo l'analisi delle 37 forme di base del Tai Chi Chuan, approfondiamo la conoscenza di "Gru bianca spiega le ali", una delle forme più affascinanti e coinvolgenti, capaci di evocare armonia e leggerezza ma al contempo in grado di stimolare un lavoro molto intenso.
  • Sabato 25 gennaio comincia l'anno del Topo!
    Questi giorni, in Cina ed in gran parte dell'Oriente saranno caratterizzati da festeggiamenti e celebrazioni per l'inizio del nuovo anno.
  • Il linguaggio simbolico dei luoghi della pratica
    Oggi è sempre più difficile, in particolare nei grandi centri urbani, avere l'occasione di vedere al lavoro un artigiano che realizza un manufatto o ripara una apparecchiatura.
  • Accarezzare il ginocchio, quando marzialità e benessere procedono insieme
    Come sa chi ha una anche minima esperienza nella pratica delle discipline interne, i singoli movimenti che insieme danno vita a sequenze lunghe e complesse si possono considerare al pari di perle, unite in una unica collana ma ciascuna con una sua singolare bellezza.
  • Il Drago cinese, storie e leggende di una creatura fantastica
    Se c'è un animale che da sempre è stato associato con lo spirito e le leggende dell'Estremo Oriente, questo è senz'altro il drago, tanto che è a lui che è dedicata una delle sale di pratica del Dào Centre.
  • Armonizzare la parte esterna con quella interna
    Qualche settimana fa avevamo esaminato il detto che ci invitava a coordinare la parte inferiore del corpo con la parte superiore; questa settimana - in una ideale prosecuzione di questa analisi che rivela la capacità delle discipline interne di far emergere il lavoro complementare delle parti costituenti il nostro corpo - approfondiamo un altro importante modo di dire, ben noto a chi pratica le nostra discipline.
  • "Frusta semplice", la tecnica del Tai Chi ispirata all'alchimia Taoista
    Come abbiamo già detto analizzando il detto "Investire nella perdita", non è quasi mai agevole racchiudere in una unica traduzione i tanti significati compresi negli ideogrammi con cui vengono identificati tecniche e principi delle discipline interne.
  • La figura del Maestro nelle discipline orientali
    Uno dei termini più usato (e non di rado, abusato…) nel panorama delle Arti marziali è senz'altro quello di Maestro.
  • Zusanli, le eccezionali caratteristiche del punto Stomaco 36
    Tutti i punti che definiscono il percorso dei meridiani energetici individuati dalla Medicina Tradizionale Cinese hanno la loro importanza ma ve ne sono alcuni che, per le loro caratteristiche, sono maggiormente conosciuti e trattati.
  • Le arti marziali tradizionali come fenomeno culturale cinese
    Per quanto le arti marziali cinesi (wushu) siano largamente conosciute e abbastanza familiari all'interno della società occidentale in cui noi viviamo, la nostra conoscenza delle loro radici tradizionali e spirituali e ancora abbastanza limitata.
  • "Coordinare la parte inferiore del corpo con la parte superiore"
    In numerose attività, da quelle più (apparentemente!) banali a quelle specialistiche che richiedono particolari abilità, viene impiegato il corpo umano nelle sue diverse articolazioni: guidare un automobile piuttosto che suonare un pianoforte o eseguire un passo di danza sono solo alcuni esempio che confermano l'affermazione che abbiamo espresso.
  • La pratica del Qi Gong nella terapeutica cinese
    Vi sono molte differenze tra la medicina occidentale e quella tradizionale cinese.
  • Ba Gua Zhang - Camminata in cerchio con passo del leone
    Analizziamo il cosiddetto "Passo del Leone" che troviamo applicato nella camminata in cerchio, pratica anche questa fondamentale della disciplina, sia per quanto riguarda l'aspetto marziale che quelli alchemico e meditativo legati al benessere, in grado - nonostante la sua apparente semplicità - di stimolare notevoli approfondimenti della pratica "interna".
  • Il Qi Gong degli Otto Trigrammi e degli otto animali
    Nella fisiologia tradizionale cinese vengono considerati due sistemi di circolazione del Qi, ovvero i 12 meridiani principali collegati a organi e visceri (su cui tradizionalmente operano i medici ed il popolo) e gli otto canali straordinari (su cui operano i taoisti).
  • Usare l'intenzione piuttosto che la forza muscolare
    Un noto proverbio afferma che "Volere è potere", suggerendo quindi che alla base di azioni giudicate da molti quasi impossibili c'è alla base la volontà di raggiungere il risultato voluto.
  • Song, il rilassamento attivo
    Abbiamo già incontrato il termine "Song" quando abbiamo esaminato in un articolo precedente il lavoro della vita descritto in uno dei detti che tradizionalmente indicano i punti salienti della pratica delle Discipline interne.
  • La pratica all'aperto delle discipline interne
    La maggior parte delle discipline interne come il Tai Chi Chuan ed il Pa Kua Chang hanno ispirato i loro principi teorici e pratici all'osservazione della natura; i cicli stagionali, il ritmo alternato del giorno e della notte, la crescita della vegetazione spontanea e coltivata, il modo di procurarsi il nutrimento da parte degli animali sono solo alcuni dei fenomeni che hanno ispirato non solo tecniche applicate a addirittura vere e proprie Scuole e Stili di pratica.
  • Duan Lian Chi Kung, gli esercizi per coltivare il Qi
    Dopo aver illustrato in linea generale i principi del Tao Yin Qi Gong, detto anche "Yoga Taoista", passiamo ad analizzare più nello specifico alcuni esercizi che, nonostante la loro (apparente!) semplicità, possono consentire di ottenere risultati molto interessanti.
  • "Abbassare le spalle e far cadere i gomiti"
    Il triangolo che ha come vertici la sommità della nuca e l'esterno delle sue spalle è probabilmente il luogo dove maggiormente si accentrano le tensioni psicosomatiche accumulate nel quotidiano.
  • I Ching, la millenaria saggezza del Libro dei Mutamenti
    Nell'articolo dedicato agli otto trigrammi del Ba Gua pubblicato qualche settimana fa, abbiamo citato lo I Ching, uno dei libri più antichi del mondo ma spesso sottovalutato di chi non abbia una sufficiente conoscenza della cultura orientale.
  • Distinguete tra sostanziale ed insostanziale
    Ne "Il piccolo principe", famoso romanzo di Antoine de Saint-Exupéry, il protagonista afferma che "L'essenziale è invisibile agli occhi".
  • Zhan Zhuang, il Qi Gong del Palo Eretto
    Una delle pratiche più note e diffuse nell'ambito delle discipline marziali cinesi è certamente quella conosciuta con il nome di "Zhàn Zhuāng", che si può tradurre letteralmente in "stare come un palo".
  • L'avventurosa vita di Fu Chen Song
    Fu Chen Song o Fu Zhen Song (傅振嵩, conosciuto anche come 傅乾坤, Fu Qiankun) è nato nel villaggio di MaPo, nella provincia di Henan, in Cina nel 1881.
  • Rilassare la vita
    Chiunque abbia un minimo di esperienza nella pratica delle discipline interne e delle Arti marziali di origine sino-giapponese, sa bene quanto sia importante il lavoro della vita.
  • Chang San Feng, il Fondatore del Tai Ki Kung
    In tutto il mondo, nell'ultimo fine settimana di aprile, con la "Giornata mondiale del Tai Chi Chuan e del Qi Gong" si ricorda Chang San Feng, ritenuto il fondatore di queste discipline.
  • Mantenere il busto rientrato e stirare il dorso
    Continuiamo l'analisi di alcuni delle più famose e diffuse indicazioni relative alla pratica delle discipline interne, che abbiamo iniziato la settimana scorsa.
  • Fang Song Gong, l'arte del rilassamento attivo
    Abbiamo analizzato in precedenza la serie di esercizi del "Fang Song Gong", una definizione che potremmo tradurre come "pratica di rilassamento attivo".
  • Tenere la testa dritta per consentire alla energia di raggiungere la sommità della testa
    Cominciamo con questo articolo l'analisi di alcuni delle più famose e diffuse indicazioni relative alla pratica delle discipline interne, che sono delle vere e proprie "istruzioni per l'uso" delle tecniche praticate.
  • Gli otto meridiani straordinari, i laghi dell'energia vitale
    Oltre ai dodici meridiani principali, collegati a organi e visceri, nella Medicina Tradizionale Cinese vengono studiati e analizzati anche altri meridiani energetici, tra cui i cosiddetti "otto meridiani straordinari" (Ji Jing Ba Mai).
  • "Spazzolare il ginocchio", attaccare e difendersi in un unico movimento
    Prima di affrontare l'analisi di questa forma, molto comune nelle varie sequenze di pratica di tutte le Scuole di Tai Chi Chuan, è doveroso ricordare che ognuno di questi movimenti è molto di più di un mero esercizio fisico.
  • Le montagne sacre del Taoismo cinese
    In un articolo precedente abbiamo approfondito la conoscenza del monte Kunlun, una delle montagne sacre della Cina, a metà tra storia e leggenda.
  • Liang Yi Chuan, il Tai Chi dei Due Poteri
    Nel programma di studio del Tai Chi Chuan dell'Old Fu Style insegnato da Sifu Severino Maistrello, alla pratica della forma 88, segue lo studio del Tai Chi dei Palmi Fulminanti e del Liang Yi Chuan.
  • San Bao, i Tre Tesori della Medicina Tradizionale Cinese
    Tra i suoi diversi obbiettivi, la pratica del Qi Gong si propone di fornire strumenti e metodi per sfruttare il Qi esterno - quello respiratorio proveniente dall'energia celeste (tian qi) - per fortificare a crescere raffinare e dinamizzare il Qi interno.
  • "Wu Xing", i "cinque elementi" dell'universo orientale
    Nella cultura tradizionale cinese, l'intero Universo, dal microcosmo al macrocosmo, è spiegato secondo due principi generali che spaziano dalla evidenza più pratica alla speculazione filosofica più sottile.
  • Kunlun: una montagna, mille leggende
    Partecipando alle lezioni ed ai seminari diretti da Shifu Severino Maistrello, Direttore Tecnico della Wudang Fu Style Academy, capita frequentemente di sentir indicare l'agopunto Kunlun, con l'immancabile precisazione che con questo termine si indica anche uno dei monti più importanti della Cina.
  • Liu Zi Jue, Il Qi Gong tranquillo di sei parole
    Con il nome "Liu Zi Jue" si indica una pratica di Qi Gong che unisce movimenti del corpo e vocalizzazione di parole con l'obbiettivo di generare una vibrazione nel corpo per mantenere la salute e curare le malattie.